Una piccola e storica tenuta immersa fra i vigneti di rara bellezza, sulla strada panoramica che da Gavi conduce a Novi Ligure. Ventisei ettari di vigneto benedetti da un terroir unico, vocato esclusivamente alla produzione di uve cortese per la produzione di Gavi, grande bianco del Piemonte.

Questa è la La Battistina, una luminosa perla del territorio votata all’eccellenza enologica.

Questa è la La Battistina, una luminosa perla del territorio votata all’eccellenza enologica.

Una piccola e storica tenuta immersa fra i vigneti di rara bellezza, sulla strada panoramica che da Gavi conduce a Novi Ligure. Trenta ettari di vigneto benedetti da un terroir unico, vocato esclusivamente alla produzione di uve cortese per la produzione di Gavi, grande bianco del Piemonte.

Una storica vocazione
per il Gavi

La Battistina è sempre stata una delle più rinomate aziende vitivinicole del gaviese. Ubicata fra Gavi e Novi Ligure, su di un crinale collinare di rara bellezza, nel 2002 è stata rilevata dal Gruppo Araldica che ha cominciato i lavori di ristrutturazione della cantina e del patrimonio vitivinicolo dell’azienda con l’obbiettivo di trasformare la Battistina in una tenuta per la produzione di Gavi Docg di prestigio. In seguito all’acquisizione, i vigneti sono stati razionalizzati e in parte impiantati mentre, in parallelo, si è proceduto ad una zonazione degli appezzamenti atta ad invidiare le parcelle di miglior prestigio e qualità produttiva.

Attenzione all’ambiente

La Battistina è dotata di un nuovo impianto di fitodepurazione creato per smaltire e trattare i reflui di cantina.

Vigneti

La Battistina coltiva 26 ettari di vigneti accorpati e ben esposti a Sud. Vigne vecchie con un’età media di 30-35 anni e terreni che hanno una particolare combinazione di argille marnose, uniche in questa regione.

Scopri i vigneti >

Un terroir unico

Fra Novi Ligure e Gavi, gli avvallamenti determinati dai piccoli affluenti del torrente Lemme hanno creato un microclima molto variabile, con diverso grado di ventilazione e conseguenti differenze di escursione termica. La piccola valle di cui La Battistina occupa il versante esposto a Sud, costituisce una “bolla” isolata di terre bianche ben drenate, da sempre riconosciuta tra le migliori in assoluto di tutto il territorio del Gavi. La posizione favorevole, il microclima della valle, assieme all’elevata età dei ceppi, conferiscono Gavi dall’eccezionale complessità, corpo ed eleganza dai profumi fruttati e delicati.

Due differenti cru

La Battistina è divisa in due zone distinte che producono due vini molto diversi. La maggioranza delle uve viene usata per produrre il Gavi La Battistina, un vino con fragranze di agrumi, frutti tropicali e una freschezza che bilancia il lungo finale. Il cru Gavi Bricco Battistina è fatto solo da viti coltivate nelle zone più elevate. Le uve vengono vendemmiate e vinificate separatamente e, in seguito, una parte del vino ottenuto viene affinato in barrique di rovere per aumentarne la struttura e la complessità riconducibile a sentori di frutta matura e sensazioni minerali.

Agricoltura integrata

I vini de La Battistina, le cui uve vengono vendemmiate e vinificate nella cantina della tenuta, hanno ottenuto il marchio SQNPI - Sistema di Qualità Nazionale di Produzione Integrata. Il simbolo dell’ape che compare in etichetta garantisce al consumatore che ogni fase della produzione vitivinicola ha seguito stringenti parametri di produzione a lotta integrata, ovvero sostenibile ed ecocompatibile, certificati da un ente terzo imparziale.

Cantina

L’intero processo di vinificazione viene fatto all’Azienda Agricola La Battistina. Dalla ricezione delle uve cortese vendemmiate a mano, fino alla pressatura soffice, fermentazione e immagazzinamento a temperatura controllata.



Specialisti del Gavi

Le uve cortese, a cui la Battistina è vocata, vengono vendemmiate esclusivamente a mano, e arrivano in cantina immediatamente dopo la raccolta. Vengono raffreddate a 5°C e poi gentilmente pressate. Mantenere un’uva ed un mosto freddo, serve a preservare molte sostanze aromatiche e ottenere un vino ricco di aromi primari – ossia quelli espressi dal vitigno stesso – più intensi e marcati, colori più vivaci, tonalità più brillanti. Il mosto, dopo una veloce flottazione con azoto, viene avviato alla fermentazione, che avviene a temperatura controllata per 25\30 giorni. Al termine della fermentazione alcolica, il Gavi viene raffreddato e mantenuto a 5°C per l’affinamento sui lieviti - dai 4 ai 6 mesi - prima dell'imbottigliamento.

Vini